El Malecon y la Charanga

La Habana El Malecon

Ahi ... se siamo messi male.
Cara Giovy, sei proprio messa male perché mentre cominci a produrre questo post hai un gran mal di testa, un po' di sonno e fuori fa super caldo. Tu hai aperto il tuo Itunes e sei finita su Soy Cubano Soy Popular di quel mito di orchestra chiamata Charanga Habanera.
Davvero... non sono messa bene perché questo caldo mi atterra ed io, con questo caldo, vorrei solo essere in due parti al mondo: in Galles perché fa fresco e, se proprio devo subire il caldo, lo voglio vivere a Cuba.
Come quella sera ... che poi è diventata notte.. di tardo Agosto, sul Malecon.
Sembra l'inizio di chissà che storia strana e contorta ma in realtà è solo il racconto di una sera bellissima.
Di per sé non c'è niente di strano, a la Habana, nel trovarsi per strada a ballare perché danzare è qualcosa che fa parte del DNA Cubano per antonomasia.
Mi è capitato spesso di gironzolare per la capitale Cubana ma anche per Santiago e di vedere, nei cortili delle case, gente in preda alla febbre salsera soprattutto verso sera.
Sembra strano dirlo ... ma a Cuba la gente lavora e non è che se ne sta in cortile a ballare tutto il giorno.
Si balla alla sera, di ritorno da qualsiasi cosa ci abbia occupato durante il giorno.
Io dormivo in un posto proprio sul Malecon (che culo! L'avevo sempre desiderato e poi ci sono riuscita).
Niente di strabiliante... un normale alberghetto con qualche segno di umidità qua e là ... perché il Malecon non perdona e l'acqua entra dappertutto, sia essa quella del mare o quella che l'atmosfera si porta addosso.
Quella tardo pomeriggio, rientrando ... rimasi sorpresa nel vedere che il lungomare de La Habana era stato transennato.
La cosa non mi creava problemi perché mi spostavo a piedi ma chiesi ugualmente come mai al poliziotto che incontrai poco più avanti del mio albergo.
Mi disse che il comune offriva una festa per celebrare l'estate.
Pensai subito alle location di molte nostre sagre e abbinai quell'immagine alla possibilità di festeggiare direttamente sul Malecon.
Poco dopo mi accorsi che verso Avenida Washington veniva montato un palco.
"Chi suona?", chiesi subito incuriosita.
Il poliziotto mi mise lì un tot di nomi, il mio cervello tintinnò quando sentì Charanga Habanera.
Vedete, a Cuba la musica è davvero una grande cosa e i musicisti hanno un che di retrò e di bravura che non so nemmeno definire. La Charanga è un gruppo storico formato di fior fior di orchestra.
La trovata del loro produttore fu quella di mettere 4 frontmen di tutto rispetto, in modo da attirare ragazzine e mamme di ragazzine.
Bellezza a parte, ballare dal vivo sulle note de La Charanga era una cosa che avevo provato solo anni prima, al festival Latino Americano di Milano.
Quello che però aveva in un certo modo "inquinato" la mia esperienza di musica cubana erano tutti quei ballerini da scuola che, non me ne vogliano, sono bravi ma non hanno niente dell'innata danza che si pratica di norma a Cuba.
Quella notte, sul Malecon, ebbi la riprova che molti cubani la pensano come me.
Io sono molto lontana dall'essere una ballerina ma si vede che la salsa la ballo decentemente.
Forse è l'amore per Cuba che mi aiuta, chi lo sa.
Non appena la Charanga arrivò sul Malecon quella sera il putiferio si impadronì di ogni signola anima presente, la mia compresa.
La cosa che più mi piacque fu che non bisognava essere in coppia per ballare.
La salsa è muoversi a ritmo e ballare anche sa soli.
Non ero l'unica straniera (leggi Italiana) in mezzo a quel tripudio quella sera.
Ma forse ero una delle poche che aveva capito che i virtuosismi da ballroom o scuola di ballo non sono di certo grandi cose vicino alla spontaneità cubana.
Ho ballato, sudato, bevuto rum da chissà chi e cantato fino a perdere la voce.
"Ahora gracias quiero dar a mi pueblo por hacerme popular..." ed io ero già commossa, ballando a più non posso.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...