Un mondo che si chiama Tunnelbana

Metropolitana a Stoccolma
Tunnelbana- Foto © 2012 Gianluca Vecchi

Succede poi che un giorno ti viene voglia di organizzare un viaggio (strano... eh?) e pensi a Stoccolma.
Mi immaginavo mille cose relative a quella città e tantissime di quelle cose le ho viste e le ho amate.
Quello che non avrei immaginato mai è l'esperienza legata alla sua metropolitana.
Alcune guide lo scrivono, altre molto meno, ma la Tunnelbana di Stoccolma è un'esperienza artistica oltre che ad essere una gran bella esperienza di spostamento attraverso la città.
Prima cosa consigliatissima: munirsi si Stockholm Card.
E' un'ottima soluzione per ridurre i costi e sentirsi immensamente liberi: oltre ad essere compresa la rete dei mezzi pubblici, la Stockholm Card offre già delle entrate ai luoghi di maggiore interesse della città.
Dentro il mio cuore, il primo posto va al musero del Vaasa e soprattutto all'Historiska Museet che, da solo, vale un viaggio fino a là. Ma ci sarà modo di scrivere di questi due bellissimi luoghi.
Tornando sotto terra, presi la tunnelbana dalle parti di Radmansgatan il mattino del 21/06 ... proprio Midsomarsdag. E Stoccolma era vuota.
Sembrava una città surreale quel giorno... potevo camminare in mezzo alla strada senza il pericolo di incontrare nessuna macchiana.
La luce del giorno era chiarissima e il solstizio d'estate svegliava in me la voglia di fare mille cose.
Scesi per la prima volta nella tunnelbana, eravamo pronti a dirigergi verso il Gamla Stan, quando rimanemmo per un quarto d'ora buono ad ammirare la stazione nella quale eravamo capitati.
Pulizia... ok ... poco rumore ... ok ... nessun odore strano ... ok ... treni puntuali e puliti ... ok. Siamo in Svezia e tutto questo fa Svezia ma ciò che sorprese di più i nostri occhi fu tutta l'arte e il design presente nelle stazioni.
Ok ... ci sta Svezia sta a Design come L'Italia sta alla pizza o giù di lì ... ma chi si aspettava tutto quel lavoro sotto terra?
Ed è per questo che vi dico che, tra le mete da considerare, la Tunnelbana è sicuramente qualcosa da aggiungere al planning di un giretto a Stoccolma.
Prendetevi il vostro tempo, giratela, cambiate fermata, scendete e risalite perché moltissime fermate (ok... non tutte sono opere di Design puro... ma lo sono moltissime) meritano di essere "visitate" e non solo "percorse".
Tunnelbana- Foto © 2012 Gianluca Vecchi

Ci sono quelle che sembrano giardini incantati, ci sono le case dei giganti, ci sono quelle ipermoderne e futuristiche, ci sono quelle tutte a mosaico e con i disegni sul soffitto.

Tunnelbana- Foto © 2012 Gianluca Vecchi


Costruire delle stazioni della metropolitana così "adornate" aiuta a portare l'arte, in ogni suo genere, nella quotidianità della gente.
Ok, ci sta che se si passa tutti i giorni per una data stazione forse l'arte presente in quel luogo entra in quel profondo concetto di ciecità cognitiva, ma ci sta anche che del blu intenso si rallegri un pochettino e che un gigante che regge il portone di una fermata ci ricordi che siamo stati bambini. E porti un po' della bellezza della fantasia dentro di noi.

Tunnelbana- Foto © 2012 Gianluca Vecchi

Quotidianità o semplice viaggio, la Tunnelbana resta davvero un bel posto che va visto, amato e ricordato.

Tornassi a Stoccolma ora, ci dedicherei un giorno intero.
Credemi.

9 commenti:

  1. Prima o poi devo andare a Stoccolma! Ciaoooo

    RispondiElimina
  2. Eh bisogna... :) Merita davvero!

    RispondiElimina
  3. Arte e utilità pubblica, che bella commistione!
    Di certo non è attraente come la Tunnelbana, ma io anche dentro la tanto amata Tube ci passavo giorni interi...

    RispondiElimina
  4. Tantissime metropolitane hanno un proprio fascino.
    The Tube è sempre al top e ci aggiungo anche la metropolitana di Parigi :)
    Certe fermate con quei corridoi piastrellati, per me, hanno un certo fascino

    RispondiElimina
  5. Anche io ho avuto modo di ammirare e fotografare alcune stazioni dellle metropolitana di Stoccolma. Vere e proprie opere artistiche!

    RispondiElimina
  6. Ma tu guarda che bellezza!
    Stoccolma è uno dei posti che prima o poi vorrei vedere, dopo questo post mi rendo conto che bisogna anche programmare un tour nella metro, come minimo!
    Fantatico post!

    RispondiElimina
  7. Una sola parola: WOW. Non riesco proprio a capire perché questa idea che anche le stazione della metropolitana possano essere valorizzate dal punto di vista artistico e estetico non riesca proprio ad entrare nelle nostre testoline cocciute italiane.

    RispondiElimina
  8. @Miss: Grazie!! Avvertimi quando vai a Stoccolma

    @Signor Ponza: Hai proprio centrato il punto

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...