Camelot... dove cercarla?

Re Artù Camelot

C'è una sigla di un cartone animato che mi ronza in testa.
Si tratta de I Cavalieri della Tavola Rotonda e lo guardavo quando ero proprio piccola piccolissima.
Mi è tornata in mente perché ieri, in un momento di sonnecchiamento domenicale, i miei occhi hanno intercettato una specie di fiction dal titolo Le Nebbie di Avalon.
Artù, Morgana, Mordred, Uter Pendragon e chi più ne ha più ne metta erano lì in bella vista davanti a me.
Per un momento ho pensato a Goffredo di Monmouth e ho intensamente percepito a quanto si stesse mobilitando nella sua tomba.
Certo... millantare di essere probabilmente uno dei luoghi tanto cari al ciclo arturiano farebbe comodo alle pro loco di moltissimi paesini della Britannia ... ma dove si possono davvero andare a cercare le traccie (se mai ci sono) del grande Re Artù?
Partiamo proprio dalle origini di Goffredo che era puramente Gallese.
Il nome Artù, secondo molti studiosi, deriverebbe da Arth Fawr... ovvero l'epiteto gallese per dire Arth il Grande.
Spesso ci viene mostrata la storia di Artù come se fosse vissuta in pieno periodo medievale o all'incirca nell'anno mille. In quel periodo la Historiae de Regum Britannie fu scritta da Goffredo ma i fatti da lui raccontati risalgono a molto tempo prima.
Il tutto, infatti, si svolse attorno al Quinto Secolo dopo Cristo quando la gente che viveva in Britannia vestiva e si comportava essenzialmente come i Romani che erano passati da quelle parti poco prima.
Non castelli merlati quindi ... bensì fortezze di origine militari con funzioni più strategicamente marziali piuttosto che di vita reale, banchetti e tornei tra cavalieri.
Capisco che a leggerla così un po' di poesia si perde... ma tanto la si perde nel leggere tanto la si riconquista nel vistare i luoghi legati al grande Re.
Secondo alcuni, nei pressi dell'Eliseg Pilar, dalle parti di Llangollen, ci troverebbero delle iscrizioni riconducibili all'esistenza di Vortigen, padre di Morgana.
Dall'Eliseg Pilar si vedono le rovine di Dinas Bran. Secondo la leggenda, il Fisher King lì vi ha nascosto il Graal.
Se mai vi capiterà di andare in Snowdonia, non perdetevi il monte Snowdon per l'appunto ... sotto il quale è sepolto il gigante Rhitta Gawr, sconfitto in battaglia da Artù.
Come se ciò non bastasse, raggiungete il Llyn Lindaw. Dicono che tra le acque cristalline e freddissime di quel lago sia stata gettata Excalibur, proprio dopo la sanguinosa battaglia di Camlann in cui Artù trova la morte proprio per mano di suo figlio Mordred che, a sua volta, morirà poco dopo.
E come dimenticarsi di Bardsey Island... la migliore candidata ad essere Avalon?
Leggende o studi vari Giaccobbo Style poco importa... cercare la leggenda è sempre una gran motivazione da aggiungere al nostro viaggio e regala ai luoghi che andremo a visitare una sorta di allure di mistero che rende tutto più bello.
E' come quasi se volessimo dire al nostro ritorno ... "ma lo sai dove sono stato?" ..."ma lo sai che cosa è successo proprio lì?"
Secondo la mia piccola personale esperienza vi dico di andare in Galles a cercare Camelot perché quello di Artù era proprio Welsh Spirit, Welsh Blood.
Sarò ripetitiva ... lo sapete che il mio amore per quel luogo è immenso più del mondo ma la storia sembra darmi proprio ragione.
Sicché ... dimenticate tutto quello che è stato scritto copiando o riprendendo e riadattanto Historiae Regum Britanniae. Affidatevi solo all'originale Goffredo di Monmouth e preparatevi a partire.

17 commenti:

  1. Io ADORAVO quel cartone!!!!
    Mamma mia che ricordi stamattina mi hai fatto riaffiorare!!!!!
    Io, essendo (pochissimo :D) più grande di te (manco sotto tortura rivelo la mia vera età) lo guardavo nel periodo delle elementari.
    Ti abbraccio fortissimo mitica Giovy!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io lo adoravo... poi non l'hanno più rifatto.
      Per fortuna ho recuperato la sigla con Youtube!

      Elimina
  2. Scusate, è questa? DAlla descrizione mi è venuta in mente. Boh.

    http://www.youtube.com/watch?v=Aq7yB58r-88

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella che dici tu è il principe Valiant... altro grande cartone! :) La sigla che dico io è linkata sotto "cavalieri della tavola rotonda" sul mio post :)

      Elimina
  3. Lo vedevo quel cartone! Camelot...sarebbe un bel viaggio, mi dai sempre ottimi spunti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Galles è sempre un grande viaggio! Offresi consulenza :))

      Elimina
  4. Ma tu hai provato a cercare tracce del Graal?
    Avvicinarsi (anche solo leggendo) a luoghi carichi di leggende mi mette sempre in agitazione: torno bambino.

    Ho ricordi fumosi di un film in cui Artù è rappresentato come ponte fra due civiltà: quella antica e quella moderna-romana.
    Merlino era il custode dei riti antichi e combatteva contro le infiltrazioni del cristianesimo.

    ps: Se aggiorni il blogroll con il mio nuovo domicilio ti mando una torta. :)

    RispondiElimina
  5. Io mi muovo solo se troverò il libro magico degli incantesimi di Merlino e pure quello di Morgana!!! :-)

    RispondiElimina
  6. @MM: avevo in mente di farlo ieri ma poi mi sono persa. Oggi rimedio :)

    @Niko: allora ti ci vuole proprio un viaggio a Bardsey! :)

    RispondiElimina
  7. Parlando di ricostruzioni più o meno fedeli alla storia nessuno ricorda più un telefilm inglese degli anni '70, "Arthur of the Britons", che fu trasmesso in Italia nei tempi eroici delle TV private col titolo di "Arthur Re dei Britanni". Lì la figura di Artù viene ridimensionata e umanizzata come capo di una tribù Britannica che lotta contro i Sassoni nel periodo immediatamente successivo alla ritirata Romana (curiosità: in gallese l'inglese viene detto "saesneg", cioè sassone...). Addirittura in un episodio c'è un'ingegnosa e verosimile spiegazione della leggenda della spada nella roccia. Una perla televisiva dimenticata a favore di noiosi polpettoni fantasy.

    http://www.youtube.com/watch?v=4zbUO6sGNLQ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande precisazione e super apprezzata! :)
      Rwy'n dy garu di

      Elimina
  8. Io da piccola alla domanda "Chi è il tuo morosino?" rispondevo sempre "Prince Valiant".
    Quando sento la sigla ho ancora il batticuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certi amori non si dimenticano mai...

      Elimina
  9. IO DIREI DI CERCARLA IN TOSCANA PERCHèA SAN GALGANO CHIUSDINO (SI)C'è LA SPADA NELLA ROCCIA E SUL MONTE AMIATA A SANTA FIORA GR C'è UNA CHIESETTA DOVE SAREBBE COSTUDITO UN TESCHIO SIMILE AD N DRAGO E AD ARCIDOSSO GR C'è UNA GROTTA MISTERIOSA DOVE DOVREBBE ESSERCI STATO IL MAGO MERLINO MA GUARDEREI L'ASSOMIGLIANZA TR L'IMMAGINE ALLINIZIO DELLA PAGINA CON ALCUNI PAESI "PITIGLIANO ,SORANO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace molto la storia che gira attorno all'abbazia di San Galgano... devo farci un giro prima o poi...

      Elimina
  10. Da tempo sento che c'è qualcosa, come un legame sottile e invisibile, che unisce Avalon ad... Avellin! E un giorno forse lo dimostrerò! :-)

    RispondiElimina
  11. Ed io sarò in prima fila ad ascoltarti

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...