Sorvolando il Lake District

England Lake District Cumbria

Babbo Natale mi ha portato le Lyrical Ballads dei grandissimi e mai vecchi Wordsworth e Coleridge.
Leggo una poesia a sera, la gusto, la digerisco e cerco di immaginare il suono di ogni sillaba in modo da apprezzare ancora di più quelle parole, ormai, senza tempo.
Il Lake District è uno di quei luoghi, oggi parco naturale, per il quale le grandi menti inglesi si sono sempre spese moltissimo.
Considerato l'avanzare veloce dell'industrializzazione inglese, la signorina Beatrix Potter s'era fatta vera portavoce di quei luoghi senza macchia, acquistando con tutti i soldi che poteva guadagnare e trovare pezzi di terra ovunque in quella regione. Alla sua morte, quelle terre vennero lasciate al National Trust e divennero poi parco nazionale.
Ma che cos'ha di tanto speciale il Lake District?
Me lo chiedo e me lo strachiedo ad ogni verso di Wordsworth letto in queste sere. Chiudo gli occhi e me lo immagino, ci volo sopra ... perché non ci sono mai stata.
Leggo, straleggo, cerco e stracerco. E poi alla fine ci arrivo: sono i Laghi!
Per noi può sembrare strano ma in Inghilterra i laghi non sono molti e sono tutti concentrati in quella regione, garantendo un paeasggio quasi da Highlands in piena terra di San Giorgio.
Inoltre, il Nord dell'Inghilterra è sempre stato la parte industriale per antonomasia e, come una donnac che non si occupa di s'è, invecchiava, si anneriva col passare delle stagioni.
La Natura lasciava lo spazio alla realtà industrial-urbana.
Il Lake District s'è mantenuto verde e ciò che di speciale c'è in quei luoghi è la Natura che arriva ad essere così forte, passionale e sconvolgente da meritarsi una N maiuscola.
Guardo in rete, osservo le foto e di nuovo chiudo gli occhi per farmi portare dai miei pensieri a Windermere per imparare che "mere" vuol dire lago e che "water" si riferisce agli stagni.
Se mi lascio andare un po', riesco ad arrivare col pensiero a Keswick per vedere il paesaggio nella parte più nordica del Lake District.
Riesco a salire, quasi volando, sulla collina che porta a Castelrigg per lasciare che l'energia di uno dei più antichi Stone circle di Inghilterra prenda possesso di quella che sono e mi aiuti a viaggiare, seppur con la fantasia, in uno dei luoghi meglio preservati della terra.
Infusa dell'energia di quella terra torno verso il lago e proseguo per Cockermouth, miscroscopico villaggio del North England eppure così importante per aver dato i natali al più grande poeta romantico di lingua inglese ... tale William Wordsworth. Ma la fama non finisce qui perché il Signor Fletcher Christian, capo degli ammutinati del Bounty, mosse i primi passi proprio a Cockermourth.
Imperdibile, anche se sto viaggiando solo col pensiero, è una sosta alla Jenning's Brewery, sita all'interno di un castello. Pensate bene che questo birrificio produce Ale artigianale da fine ottocento.
Cavolo ... mi sento come Wendy di Peter Pan e continuo il mio volo sopra boschi, specchi d'acqua e picchi montani... e tutto questo a solo due ore da Manchester o Liverpool.
Potessi volare davvero, sarai già lì. Sarei lì almeno due sere a settimana per godermi la pace e ritrovare la poesia anche dentro me stessa.
Un luogo così magico ha ispirato uomini eccelsi ... volete mai che non ispiri una pazzerella come me?
E poi... il titolo di questo blog deve molto al Lake District perché senza Wordsworth e senza Lyrical Ballads non ci sarebbe stata la frase "it takes origin from an emotion recollected in tranquillity".
Spread permettendo vi garantisco che io e il Lake District ci incontreremo.
Nel frattempo ci fantaviaggio, leggo poesie e volo come Wendy. Questo almeno è gratis.


Info Utili
Raggiungere il Lake District, con metodi umani e fruibili, è facile.
Vi basterà atterrare a Liverpool o Manchester e poi prendere il treno.
La linea ferroviaria si ferma a Windermere e da lì c'è una capillare rete di autobus pronta a portarvi in giro.
Esistono biglietti comulativi e offerte di ogni tipo, soprattutto se deciderete di lasciar giù la macchina.
Ricordate, siete in un parco nazionale e a meno che non vogliate essere tormentati dalle anime di Wordsworth, Coleridge, Fletcher Christian e Beatrix Potter ... dimenticate di avere la patente!

12 commenti:

  1. Oggi son sempre trafelato... Mamma mia... Speriamo di dimagrire un poco...
    Stasera devo rileggerti perchè di volata così non posso proprio fare i miei "viaggetti" virtuali in tua compagnia :D

    RispondiElimina
  2. @Devis: e i miei viaggetti saranno sempre qui ad attenderti!!

    RispondiElimina
  3. Li ho studiati recentemente Wordsworth e Coleridge. Dovrei andarci anche io al Lake District...fantaviaggiamo insieme?!

    RispondiElimina
  4. Ma non è che il Lake District sarà la meta del tuo prossimo viaggio?
    Io veramente ci avevo fatto un pensierino.
    Ma il richiamo della mia Irlanda è troppo forte,
    però.....non si sa mai.
    Un abbraccio Angela

    Ps: passa da me se vuoi, ho fatto un giro a Portmeirion.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi lo sa? (la mia faccina sorride in modo molto vago).
      Portmeirion... mitica... devo avvertire il mio Gian!! :)
      Vengo a leggerti di sicuro!!

      Elimina
  5. Anche io prima o poi andrò nel Lake District, quei poeti saranno la nostra rovina :)
    Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Miss, allora parti con me e Whoever! :)

      Elimina
  6. Anch'io appena arrivata a Portmeirion ho pensato ad una bufala per turisti,
    poi però...

    RispondiElimina
  7. Ed io vorrei potermi sedere sul quel coach di Wordsworth, dove le sue emozioni venivano rielaborate...Doveva avere qualcosa di particolare quel sofà!

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...