Voglio tornare ad Aberdaron

Galles Aberdaron
(Foto © 2011 Gianluca Vecchi)
Già, voglio tornare ad Aberdaron.

Voglio tornare a toccare il mondo alla fine del mondo.
Avevo già accennato del nostro arrivo in questo meraviglioso posto alla fine del mondo qualche racconto fa.
Il mondo alla fine del mondo ... non potrei trovare altra definizione.
Vi do subito un paio di dritte: Aberdaron è facilmente raggiungibile da Pwllheli (accetto sempre scommesse sulla pronuncia delle città gallesi) con l'autobus nr.17
Piccolo warning: non ci sono mai autobus per questa bellissima località di domenica o festivi.
Se mai, come la sottoscritta e il suo compagno, deciderete di arrivare lì proprio di domenica ... beh, non vi resta che raggiungere Abersoch con l'autobus nr.18 e poi chiamare un taxi. Tra i due paesini ci sono circa 12 miglia (il taxi ci ha preso 25£).

Aberdaron per me era un sogno... sperato, vissuto e amato nel mio cuore fin da quando cominciai a preparare il viaggio in Galles.
Detto tra noi, me l'ero immaginata proprio come poi mi si presentò: un paesino lungo al massimo 200 metri, con il miglior fish & chips (direi proprio a km zero) della storia ed un pub direttamente affacciato sul mare. Voci, vocine e vocione di giorno; luna, stelle, onde e solo la voce del mare la sera.
Questo luogo non è adatto a cui vuol tirar tardi ... a meno che non si tiri tardi in perfetta comunione con la spiaggia e le luci del cielo.

Ricordo benissimo come, quel giorno, mi ustionari petto, naso e piedi (sì, se partite per il Galles consiglio crema protettiva con fattore molto alto)... ovvero tutto quello che era pienamente visibile di me. C'era vento e il costume non ce l'avevo.
I bimbi gallesi facevano il bagno impavidi ed allora anche noi decidemmo di provare l'acqua, almeno fino a sotto le ginocchia.
Il risultato poteva fare invidia al lato freddo di qualsiasi percorso Kneipp della terra ma che soddisfazione per le mie vene dopo giorni di afa (in Italia prima di partire) e di cammino (in Galles, praticamente ovunque). Le mie gambe tendevano al viola ... forse era meglio tornare a sedermi sugli scogli.

La spiaggia di Aberdaron è talmente bella da essere surreale. A tratti ricorda la Bad Wolf Bay del Doctor Who, anche se avrei scoperto questo molto dopo.
Provate a chiudere gli occhi e ad immaginare quanto segue con me: c'è del vento gentile che vi avvolge, a tratti fresco.Sentite dei bimbi giocare ma allo stesso tempo vi sembrerà di essere soli.
L'odore del mare si percepisce ma non è insistente come sulle nostre coste... si confonde con quello dell'erba perfettamente verde che giace alle vostre spalle.
Su di lei, come se foste in mezzo ai boschi, greggi di pecore con le zampine e il muso nero. Davanti a voi la vastità di una mare verde/blu che troverà il suo limite quando incontrerà le coste dell'Irlanda. Respirate a fondo perché quel vento che prima vi cullava ora vi porterà lì, lì dove ogni cosa è al suo posto per essere felici.

Già, voglio tornare ad Aberdaron perché credo di aver coniato un modello speciale di sorriso in quel luogo.
Già, voglio tornare ad Aberdaron per sentire la gente che commenta quando prendo una full pint of Purple Moose.
Già, voglio tornare ad Aberdaron perché mi manca il fish & chips del posto più sgrauso e speciale della storia.
Già, voglio tornare ad Aberdaron per i suoi granchi, i suoi gabbiani e tutta la natura che lo compone.
Già, voglio tornare ad Aberdaron perché ci ho lasciato lacrime di felicità di fronte a tanta bellezza.
Già, voglio tornare ad Aberdaron perché lì c'è la nostra pietra, amica fedele di maree, che si mostra solo quando il mare non è geloso di lei.
Già, voglio tornare ad Aberdaron per dormire stretta al mio compagno con il solo accompagnamento dei gabbiani e delle onde del mare.

Solo noi, ed Aberdaron.


I want to go back to Aberdaron

Yes, I want to go back to Aberdaron.

I would like to touch again the world at the end of the earth.

I already wrote something about our arrival in that wonderful place at the end of the world.
The world at the end of the word … I cannot find a more suitable definition.

I’m living you just a couple of tips: It’s easy to reach Aberdaron. You only need to go to Pwllheli and take
autobus nr.17.
A little warning: there are no bus services on Sundays and Bank Holidays.
If you decide, like me and my boyfriend, to arrive there on Sunday … well… you have to take
service nr.18  till Abersoch a then take taxi. There are about 12 miles between the two villages (taxi driver took us about 25£).

Aberdaron was a dream for me, something to love and live inside my heart starting from the moment I began to organise our Wales travel.
Between us, I imagined it exactly as it displayed in front of me: a little village along the beach, 200m long, the best fish & chips ever and a seafront pub. Voices, baby voices and old voices during the day; moon, stars, waves and the song of the sea during the evening.
This is not the right place for people who like to go to bed late at night ... nevertheless you’d like to spend your night with beach and sky.

I perfectly remembered how I “burned” my skin, my nose and my feet because of the sun (please, if you decide to visit North Wales do not forget to take with you high sun protection) I burned anything visible on me. Unfortunately I did not have my bathing suit.
Welsh children enjoyed sea water a lot. We too decided to taste that Nordic water, our legs tried.
The result could was something similar to the best Kneipp treatment ever: my leg turned to violet and my and my veins thanked me for days and days.

Aberdaron beach is so beautyful to appear surreal. It remembers Doctor Who’s Bad Wolf Bay, even though I would have discovered it a little time after that journey.
Try to close you eyes and imagine with me the following situations: a gentle wind is overwelming you. You hear the voices of children who are playing but you feel like being alone on the beach at the same time.
You smell the seas, its parfum is evident but not too present as on Italian Coasts… its parfum is perfectly mixed to the one of the grass lying on your back.

On the grass, as in the middle of the woods, black-nose sheep everywhere. In front of you the vastness of a green/blue sea that will find its only limit by meeting Ireland border.
Breathe deeply because that wind that was lulling you a little before, now will take your there, where anything is at its place and ready to make you happy.

Yes, I want to go back to Aberdaron.

Yes, I want to go back to Aberdaron to hear people voicing behind my back when I drink a full pint of
Purple Moose.

Yes, I want to go back to Aberdaron because I’m missing the best fish & chips ever.
Yes, I want to go back to Aberdaron because of its crabs, its gulls and its nature.
Yes, I want to go back to Aberdaron because I let in that place tears of happiness.

Yes, I want to go back to Aberdaron because there our stone is lying on the beach, manifesting only when the sea is not jealous of it.

Yes, I want to go back to Aberdaron because I’d like to sleep close to my boyfriend, wrapped in the best gulls’ song and the music of the waves.

Only us, and Aberdaron.

5 commenti:

  1. Ti ringrazio. E se mai dovessi partire per il Galles, vai ad Aberdaron :)

    RispondiElimina
  2. Certamente, e poi...rotta per Bardsey Island.

    RispondiElimina
  3. Per forza... ma ricordati di chiamare Colin prima... :-) altrimenti sarà impossibile sbarcarvi.

    RispondiElimina
  4. Che bel post, cara...un luogo d'incanto, con tutta la magia di quella terra, così magistralmente raccontata da te!
    Buona serata!

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...